fbpx

Sei pronto ad abbandonare Windows Server 2008?

Preparati alla fine del supporto per Windows Server 2008

Il 14 gennaio 2020 terminerà il supporto per Windows Server 2008, 2008 R2 e Windows SB Server 2011 Essentials e Standard.

Ciò comporterà la fine degli aggiornamenti di sicurezza standard. Non lasciare l’infrastruttura e le applicazioni senza protezione! Siamo qui per aiutarti a eseguire la migrazione alle versioni correnti per livelli più elevati di sicurezza, performance e innovazione.

Inoltre si precisa che non aggiornando il sistema operativo di Windows Server 2008, 2008 R2 o SB Server 2011 l'utente potrebbe non essere in linea con il nuovo regolamento europeo sul trattamento dei dati personali in azienda (GDPR).

I problemi che si presentano con una vecchia versione di Windows server

Le aziende che stanno utilizzano ancora Windows Server 2008 o 2008 R2 e che non vogliono passare a una versione di Windows Server più recente, a partire da gennaio 2020 potranno riscontrare i seguenti problemi:

  • Non potranno più usufruire del supporto gratuito (in alcuni casi sarà possibile avere assistenza a pagamento, ma comunque a prezzi estremamente alti);
  • Non riceveranno più aggiornamenti e patch di sicurezza;
  • Non riceveranno più strumenti di aggiornamento dei vari prodotti via online Microsoft Knowledge Base o altri siti di supporto Microsoft.

In sostanza, dopo il 14 gennaio 2020, le aziende che utilizzano Windows Server 2008 e 2008 R2 dovranno gestirsi da soli un sistema operativo obsoleto di più di 10 anni.
Inoltre, il 19 ottobre 2018 Microsoft ha terminato il supporto mainstream di Windows Server 2012 e 2012 R2, per questo anche i clienti che utilizzano questo tipo di server dovrebbero iniziare a pianificare la migrazione alle nuove versioni.

Hai domande? Abbiamo le risposte

Che cosa significa fine del supporto?

Dopo il 14 gennaio 2020 il server in cui è in esecuzione Windows Server 2008 non riceverà più gli aggiornamenti della sicurezza. Pertanto, è importante eseguire l'aggiornamento a un server moderno, ad esempio Windows Server 2019, che può fornire gli ultimi aggiornamenti per mantenere te e i tuoi dati più sicuri. Inoltre, il servizio clienti Microsoft non sarà più disponibile a fornire il supporto tecnico per Windows Server 2008.

Cosa posso fare?

Alla maggior parte degli utenti di Windows Server 2008 converrà passare a un nuovo dispositivo con Windows Server 2019

Che cosa accade se continuo ad utilizzare Windows Server 2008?

Se continui a usare Windows Server 2008 dopo il termine del supporto, il tuo server continua a funzionare, ma diventerà più vulnerabile ai rischi per la sicurezza e ai virus e non riceverà più da Microsoft gli aggiornamenti software, inclusi gli aggiornamenti della sicurezza.

Novità di Windows Server 2019

CLOUD IBRIDO E AZURE
Gli ambienti Cloud ibridi sono ormai una realtà sempre più diffusa e consolidata e con Windows Server 2019, Microsoft sta compiendo un altro passo verso la tecnologia cloud. In questo contesto, Windows Server 2019 introduce una soluzione per la gestione centralizzata di ambienti Microsoft Server e Azure che non si limita all’interfaccia all’interno dell’Admin Center. L’Azure Network Adapter collega la piattaforma di cloud al server locale. Il servizio stabilisce una connessione VPN (Rete Privata Protetta) tra i due sistemi in un tempo molto breve e con un minimo sforzo di configurazione. Le funzionalità aggiunte includono Azure Backup, Azure Update Management e Azure Site Recovery.

SICUREZZA
Al tema della sicurezza è stata dedicata molta attenzione da parte di Microsoft. Il nuovo sistema operativo server accede ai servizi del cloud: Windows Defender Advanced Threat Protection monitora il server alla ricerca di malware al fine di identificare attacchi e vulnerabilità.
Una ulteriore funzione di protezione Microsoft si basa su Schielded VM: le attività maggiormente sensibili possono essere eseguite su una macchina virtuale sicura e questo vale anche per i server Linux, garantendo quindi protezione da attività indesiderate o illecite.
A tutto questo si aggiunge l’introduzione delle Encrypted Network, che consentirà agli amministratori di cifrare il traffico su interi segmenti di rete in modo da proteggere le comunicazioni tra i nodi.

ARCHIVIAZIONE
Grazie allo Storage Migration Service, Microsoft semplifica il passaggio alla nuova versione del sistema operativo, ma anche la migrazione al cloud, nel caso lo si desideri. Anche Microsoft Storage Space Direct è migliorato: potrete aspettarvi una maggiore velocità e una maggiore stabilità. Inoltre ora il servizio di backup è disponibile anche per gli utenti della versione standard, anche se in versione ridotta.

WINDOWS ADMIN CENTER
Il Windows Admin Center rappresenta il futuro della gestione di Windows Server, è molto leggero (meno di 40 MB), si può installare anche in Windows 10 e si integra con Azure Active Directory. Si tratta di una console che permette di utilizzare una interfaccia grafica per la gestione del server. Il software può essere controllato tramite il browser, può essere utilizzato da remoto e offre agli amministratori la possibilità di controllare l’hardware connesso. Inoltre, collegandosi ad Azure, il software fornisce anche un buon punto di partenza per una soluzione cloud ibrida.
Tale nuovo strumento non sostituisce completamente quello di amministrazione remota del server e i due sistemi devo essere utilizzati contemporaneamente.
Windows Admin Center non fa parte dell’installazione standard di Windows Server 2019, ma può essere scaricato e aggiunto gratuitamente. Per maggiori informazioni potete leggere a questo link l’articolo di Microsoft sull’installazione.

PIATTAFORMA PER APPLICAZIONI
Gli ambienti di sviluppo sono altrettanto importanti per Microsoft, che ha quindi lavorato su Windows Server Container e Windows Subsystem for Linux (WSL). Uno degli obiettivi in questo ambito è ridurre ulteriormente la dimensione dei container Server Core per ottimizzare i tempi di scaricamento e quindi di sviluppo e messa in opera. Inoltre è stato ampliato il supporto per il sistema Kubernetes che permette di gestire insieme Windows Server Container, container Hyper-V, container Docker e container Linux.

Azienda

Progetto Futuro Srl
Via Degli Olmi, 3/a
Tel. 0546635364
P.IVA 0214270039
Orario di apertura uffici
Dal lunedì al venerdì
dalle 8:30 alle 12:30
dalle 17:00 alle 19:00

Servizi

  • Siti internet

  • Riparazione Computer

  • Problemi software e hardware

  • Protezione sistema informatico e dati aziendali

  • Consulenza ed implementazione GDPR

Prodotti

  • Computer fissi e portatili

  • Stampanti e multifunzioni

  • Apparati di rete

  • Programmi antivirus e backup

Seguici